Fertilizzanti minerali o organici, quali sono i migliori fertilizzanti per la cannabis ricreativa convenzionale?

La traduzione web del testo originale ( spagnolo, francese, inglese ) di Yukha potrebbe contenere alcuni errori e incomprensioni. Per favore, scusaci.

Come è ben noto a tutti o quasi tutti i coltivatori di cannabis, ci sono molti tipi di fertilizzanti sul mercato e anche più marchi.

La principale differenza tra i tipi di fertilizzanti che puoi trovare per la coltivazione è la loro origine che può essere minerale o organica.

I fertilizzanti minerali si ottengono da miniere da cui vengono estratti gli elementi o mediante processi di sintesi chimica , che successivamente andranno a formare il fertilizzante.

I fertilizzanti organici sono ottenuti da elementi organici di animali o piante , questi elementi organici vengono elaborati con varie tecniche per ottenere i fertilizzanti che sono disponibili sul mercato.

Possiamo anche trovare fertilizzanti che sono il risultato della combinazione dei due precedenti e sono noti come fertilizzanti organo- minerali . È semplicemente una formulazione che combina le 2 origini.

Entrambi i tipi di fertilizzante, minerale e organico, sono adatti alla coltivazione della cannabis ma ognuno ha le sue particolarità:

FERTILIZZANTI ORGANICI:

  • Migliorano la struttura dei terreni e dei substrati.
  • Sono rapidamente assimilati dalle piante.
  • Stimolano l'attività dei microrganismi benefici presenti nei substrati e persino nelle soluzioni idroponiche riciclate.
  • I loro tassi di applicazione sono elevati a causa delle loro basse concentrazioni

CONCIMI MINERALI:

  • Le formule contengono tutti gli elementi nutritivi necessari per le piante.
  • Sono perfettamente assimilati dalle piante.
  • Possono essere applicati sia per irrigazione che per fogliame, quest'ultimo metodo è il più efficace.
  • Sono generalmente molto concentrati in modo che i tassi di applicazione siano ridotti.

Il miglior fertilizzante o fertilizzante per cannabis

Quindi, tra minerale e organico, quale fertilizzante scegliere? come per molte cose, dipende dai gusti e dalle abitudini del produttore ma quello che possiamo dire è che entrambe le opzioni sono possibili. Alcuni produttori utilizzano esclusivamente fertilizzanti organici , altri esclusivamente fertilizzanti minerali, mentre altri utilizzano una combinazione di 2 tipologie qualificabili come fertilizzanti organo-minerali; fertilizzanti generalmente organici e minerali utilizzati separatamente nelle diverse fasi della pianta.

Utilizzare prodotti biologici al 100% non significa che la produzione sia “biologica”. Si tratta di un piccolo malinteso dato che le colture biologiche utilizzano input che a loro volta sono certificati per il loro utilizzo nell'agricoltura biologica. Naturalmente, i fertilizzanti "organici" sono tutti organici ma tutti i fertilizzanti organici non sono necessariamente "organici". Parleremo di colture "biologiche" in modo più ampio nel seguente blog e approfondiremo questo argomento.

In YUKHA, crediamo che tutti possano coltivare la propria cannabis nel miglior modo possibile, utilizzando i fertilizzanti più adatti a loro.

Tuttavia, siamo totalmente convinti che insieme dobbiamo ridurre al minimo possibile qualsiasi ricorso all'uso di sostanze chimiche attive ( ormoni sintetici e pesticidi) al fine di proteggere e prenderci cura della nostra salute e di quella delle persone che ci circondano. noi, così come l'ambiente.

Al fine di ridurre l'utilizzo di sostanze chimiche attive, il team YUKHA propone con il suo C. Ayurveda Pack , un set di 5 formule naturali e vegane, che vengono applicate in aggiunta al consueto programma di fertilizzazione (minerale, organica o combinata). Poiché queste 5 formule agiscono in sinergia tra loro (ciascuna rafforza l'effetto dell'altra sulle piante), non è più necessario l'utilizzo di additivi, stimolanti o ormoni e il miglioramento del comportamento delle piante di cannabis si ottiene, indipendentemente dalla varietà e dal tipo di coltivazione (indoor o outdoor). Questi 5 prodotti agiscono ottimizzando le condizioni generali della pianta dallo stato iniziale (trapianto o germinazione) alla raccolta.

Miglioramento di:

  • Miglioramento della fase più sensibile che è lo sviluppo delle radici con KHAN-GEE.
  • Miglioramento della fase di sviluppo vegetativo con TAJHAL .
  • Migliorare la salute delle piante e le loro condizioni generali con
  • Rendimenti sorprendentemente migliorati (maggior numero e maggior peso di fiori) con
  • Gusto, aromi e sapori dei fiori migliorati per una superba degustazione con

La sinergia tra le 5 formule genera un aumento della produzione fino al + 130%, senza alcuna necessità di aumentare le dosi di fertilizzanti di origine minerale o organica nel normale programma nutrizionale.

Se guardiamo a questo aumento di resa del 130% e lo analizziamo, è dovuto solo all'aggiunta di C. Ayurveda Pack al programma di fertilizzazione convenzionale, e non a un aumento delle dosi di fertilizzanti minerali o organici. Quindi, possiamo dire senza dubbio che il pack C. Ayurveda riduce notevolmente la quantità di fertilizzante, perché la resa è maggiore con la quantità di fertilizzante comunemente utilizzata: si riduce a una diminuzione della quantità di fertilizzante. per grammo di prodotto finale.

Ti invitiamo quindi a provare il C. Ayurveda Pack di YUKHA, rimarrai colpito dai risultati !!!

Squadra YUKHA

Unisciti a noi sui social mediaFacebookGorjeoInstagramPinterest

Yukha Copyright

Resa dei fiori di cannabis

Radici ben sviluppate e prive di malattie di una pianta di cannabis

Raccolto abbondante su una pianta di cannabis

Commenti (0)

Nessun commento in questo momento.

Nuovo commento

Utilizziamo i cookie per analizzare la tua navigazione e migliorare i nostri servizi, ma anche per condividere contenuti sui social network.

Continuando la navigazione, si accetta il loro utilizzo. Per rifiutare, clicca qui Per accettare, clicca sul pulsante sottostante.